Sulla verità

Sono in vena di post in questi giorni… Abbiate pazienza. Almeno il mio blog mi fa da contenitore, e da contenimento… Non posso parlarne con chiunque delle mie cose. Sia perché ritenute troppo esistenziali. Sia perché si vuole solo fare altro. Come se fare altro fosse uscire. Uscire da sé.

Alla fine sono arrivata a credere in una ricerca che io chiamo La Fisica dell’Anima, una forza della natura governata da leggi reali quanto la legge di gravità. La regola di questo principio funziona più o meno così: se sei abbastanza coraggiosa da lasciarti indietro tutto ciò che ti è familiare e confortevole e che può essere qualunque cosa, dalla tua casa a vecchi rancori, e partire per un viaggio alla ricerca della verità, sia esterna che interna, se sei veramente intenzionata a considerare tutto quello che ti capita durante questo viaggio come un indizio, se accetti tutti quelli che incontri strada facendo come insegnanti, e se sei preparata soprattutto ad affrontare e perdonare alcune realtà di te stessa veramente scomode, allora la verità non ti sarà preclusa.

Elizabeth Gilbert (Julia Roberts)
dal film “Mangia, Prega, Ama” di Ryan Murphy

Vabbeh io scrivo. Qualcuno leggerà. Anzi so che alcuni di voi già lo fanno. E ve ne ringrazio! 😉 So che si scrive per se stessi, ed io lo faccio. Anche essere letti comunque, fa bene, fa bene al cuore.

La verità? Che cosa è? Che cosa è per voi?

Non parlo di concetti filosofici o religiosi. Parlo qui, dell’ accezione personale che ognuno di noi può dare. Per esempio per me in questa fase della mia vita, verità è essere. Essere autenticamente me stessa. Con i miei istinti, le mie intuizioni, le mie emozioni, il mio sentire. Ovviamente dipende dal contesto.

In questi giorni, dico e chiedo. In questi giorni mi faccio avanti con il mio bisogno, di sapere, di capire e di decifrare ciò che non capisco o che sento. Decriptare le sensazioni corporee, è molto interessante. Ci svela molte cose, che il verbale o il cognitivo, mentale non possono svelarci.

La verità è dare importanza ai nostri valori, ai nostri principi. La verità è entrare empaticamente in risonanza con noi stessi. poiché se riusciamo ad avere una buona relazione con noi stessi, la avremo con chi ci circonda. In questo modo incontreremo altre persone, quindi di conseguenza altre parti di noi.

Fare pulizia interiore. Fare la dieta interiore. Disintossicarsi internamente, è raggiungere la Verità. Una sorta di pace, interiore che piano piano si rifletterà sul corpo, negli occhi. A quel punto è con l’ Anima che ci troveremo a comunicare. L’ Anima sa, di cosa abbiamo bisogno. E l’ Universo ce lo invierà. Badiamo bene, ci invierà quello di cui abbiamo bisogno, non quello che vogliamo. Rifletteteci. E’ diversa la storia.

Io sto affrontando un Viaggio, da sola in questo momento. Voglio “ritornare a casa”, in sostanza. Un po’ come ET. “Telefono casa”. Sto ritrovando le giuste frequenze, le giuste vibrazioni per me. Lo sento io e lo sente chi mi circonda. E questo facendo bene a me, farà bene a chi mi circonda.

Come dice Antonio Quaglietta, affidiamoci, e a volte molliamo, creiamo relazione con l’ Altro.

E’ un lavoro il mio. questo! La paga? La mia serenità!

Un’ abbraccio. E per favore ditevi, e dite la verità. Non negatevi le emozioni. Rendetevi partecipe. E rendete partecipe chi vi circonda. Se qualcuno se ne andrà, vorrà dire che quella parte di voi, presente in voi stessi, non era più funzionale. Come si dice, non si butta via nulla. Tutto è o non è utile.

4 pensieri su “Sulla verità

Hey! Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...