In Viaggio: Le Regole del Gioco

AcquarioPrendersi un impegno con se stessi significa prendere un impegno con se stessi e con gli altri. Con se stessi e con il Gruppo. Poche regole ma, essenziali. Poche persone ma, tutte fondamentali. Ogni persona con la propria energia, conquista un posto nel luogo, nello spazio, nel contesto. Così in questo modo ci si prende un impegno duraturo nel tempo che va rispettato. Il Gruppo va rispettato. Andare e venire, sconvolgerebbe l’ equilibrio. Sconvolgere non è possibile, dopo e soprattutto che, si è stati coinvolti.

Il Viaggio Creativo, dunque prende forma, si parte. Non lo so se sono pronta. Non lo so se ho tutte le energie con me. Non lo so quali saranno le risorse che userò e quali svilupperò. E’ un’ avventura, mi prendo la responsabilità di mettermi in gioco con tutta me stessa. A qualcosa arriverò.

Prende forma il mio viaggio ma soprattutto sto prendendo forma io. Cartoncini colorati da ritagliare, forme da ricavare. Viola, verde e blu. I miei colori preferiti che al momento mi risuonano. Tra rotondi e triangoli, prendo forma io. Io un cerchio armonioso, tra triangoli spigolosi. Cosa mai potrà rivelarmi questa forma? Questa forma che intanto dice che sono io. Chi sono io quella rotonda o quella spigolosa? Mi proteggo o voglio proteggere? Non lo so per ora il titolo è: In Form Azione. Magari cambierà. Una forma, è in continuo movimento…No?

La mia forma comunica. Mi parla, mi parla talmente tanto che anche il mio corpo vuole dirmi qualcosa. Mi dice che sono in apnea, che ho assorbito troppo, troppo anche quello che non mi appartiene. Questo mi dice il corpo, il corpo che ti parla se tu, cioè io, lo sto a sentire. Così butto fuori tutto ciò che non mi appartiene. Lo soffio via. Mi scuoto, respiro e butto via. Questo fa l’ empatia. Il mio silenzio fa rumore. Il mio silenzio insieme al mio corpo, sono io, che prendo forma in-form-azione!

Il mio sentire è più forte del mio vedere. Il mio percepire si fonde con il mio toccare. Il sentire e il toccare si fondono per formare me. I miei ausili sono le mie risorse, le mie risorse risiedono nell’ acqua e nell’ aria. Io sono l’ acquario, dono l’ acqua restando in volo. Nutro il prossimo per rigenerare me stessa. L’ energia mia si fonde con le altre e il respiro diventa un unico grande respiro.

MI sento libera. Libera di spiegarmi con chi saprà ascoltarmi. Libera di creare relazioni con chi vorrà crearne con me. E se qualcuno potrà essere così accogliente da capirmi tutto scorrerà più fluidamente. Molto spesso mi sento turbata da molti fattori esterni. Molto spesso mi sento mortificata dall’ aggressione altrui. Non ho sempre il tempo di spiegarmi, ed inoltre sono in pochi ad entrare veramente in empatia con me. Questo mi fa sentire triste. E me ne dispiaccio.

Desidero d’ ora in poi fare quello che spesso ho messo da parte per paura di essere giudicata male. Tuttavia viviamo in un mondo duale dove il giudizio vige lo stesso. E allora tanto vale che io faccia ciò che mi fa star bene. Quando danzo, quando ballo, io sono felice. Che sia un corso di balli latino americani, che sia in discoteca, o nella mia stanza, io sono in armonia. Mi sento rigenerata. Ascolto inconsapevolmente il mio corpo. Il mio corpo che parla, attraverso il mio sentire, attraverso le mie emozioni.

Riprendo a respirare al ritmo naturale della mia vita. Riprendo il cammino, riprendo il percorso. “Sei autentica e solare” mi ha detto, Chiara. “Mi piacciono i tuoi movimenti armoniosi” mi ha detto Maria “Mi è piaciuta la tua forma con le braccia a cerchio” mi ha detto Fabio. Tra me e Stefania un messaggio di forza e ascolto ci ha permesso di dialogare. Il con-tatto ha fatto da cornice. Riprendo la mia andatura, strana, particolare, incompresa… Tuttavia io riprendo e vado.

Mettersi in gioco, è un’ espressione seria. Mettersi in gioco implica una grande Responsabilità, individuale e collettiva. Mettersi in gioco è dare spazio al condominio che oscilla dentro di noi. Poiché l’ Adulto, il Bambino ed il Genitore, sono una squadra da allenare.

Probabilmente  non potevo far altro che nascere acquario, lo ribadisco. L’ aria e l’ acqua sono le mie miglio risorse. Quante lacrime liberatorie, salvifiche e purificatrici ho versato. Quanti respiri mi sono persa, restando in apnea.

La vita è esperienza da fare fino in fondo. Noi siamo cercatori, noi siamo accompagnatori. Insieme o da soli abbiamo una missione da compiere ad ognuno la sua! Siamo in viaggio, tocca giocare. Qual’ è la prossima mossa?

Io come Atreyu … vado, corro, scopro… Fantasia non ha confini…Tuttavia, io forse qualcuno ne dovrei mettere! 😉

Ora chiudi gli occhi … e respira!  ❤

Pensieri sparsi:

Viaggiare… Che cosa è viaggiare…. È una vita che sono in viaggio! Da quando sono nata e per 20 anni, con la mia famiglia in giro per il mondo anche in sedi “disagiate”. Che solo a pensarci, ma quale disagio lì. Mi sento un’ estranea molto più nel mio Paese che lì. Viaggiare…. Da sola e con gli amici. Viaggiare… Di fantasia, con la mia immaginazione. Viaggiare…. Per lavoro. E poi, viaggiare nella Creatività. Dove puoi trovare una tua forma. Dove puoi mettere insieme i pezzi. Dove ti prendi la responsabilità di essere te stessa e metterti in gioco. Perché viaggiare è per tutti. Per i seri, per gli adulti e per i bambini. Il Percorso prosegue dunque. Si riparte!!!

È importante comprendere, comprendersi. È importante essere, è importante mettersi in gioco. Poiché creare relazione implica molto impegno e coinvolgimento. È necessario essere congruenti, autentici. È necessario far comprendere chi siamo ovvero un mix di sentimenti ed emozioni.

Le resistenze arrivano nel momento in cui dietro l’ angolo sta per insinuarsi un cambiamento. È fondamentale capire come rispondere all’ evento. Siamo responsabili delle relazioni che facciamo e di quelle che creiamo

C’est tellement simple
L’amour
Tellement possible
L’amour
A qui l’entend
Regarde autour
A qui le veut
vraiment
C’est tellement rien
D’y croire
Mais tellement tout
Pourtant
Qu’il vaut la peine
De le vouloir
De le chercher
Tout le temps
Ce sera nous, dès demain
Ce sera nous, le chemin
Pour que l’amour
Qu’on saura se donner
Nous donne l’envie d’aimer
C’est tellement court
Une vie
Tellement fragile
Aussi
Que de courir
Après le temps
Ne laisse plus rien
A vivre
Ce sera nous, dès demain
Ce sera nous, le chemin
Pour que l’amour
Qu’on saura se donner
Nous donne l’envie d’aimer
Ce sera nous, dès ce soir
A nous de le vouloir
Faire que l’amour
Qu’on aura partagé
Nous donne l’envie d’aimer
{2x}
C’est tellement fort
C’est tellement tout
L’amour
Puisqu’on attend
De vies en vie
Depuis la nuit
Des temps
Ce sera nous,
Ce sera nous,
Ce sera nous,
Pour que l’amour
Qu’on saura se donner
Nous donne l’envie d’aimer
Ce sera nous, dès ce soir
A nous de le vouloir
Faire que l’amour
Qu’on aura partagé
Nous donne l’envie d’aimer …

Hey! Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...