Danzando tra i colori

Si racconta che c’ è un tempo per ogni cosa. E tale racconto provoca in me tanto fermento in questo periodo della mia vita.

E’ un periodo oserei dire di cambiamento profondo ove tanti progetti stanno prendendo forma. Una forma sempre più delineata e sempre più definita.

Così oggi grazie alla passeggiata tra i colori di Lizi e le danze di Fabio, ho potuto sperimentare Yoga e Mandala insieme.

Mi è piaciuta lo loro idea. Il fatto di sperimentare un laboratorio unendo due forme due modalità per esprimersi. E loro due insieme sono stati speciali. Come corpo e sentire sanno fare all’ unisono.

Il fatto di usare il corpo come mezzo espressivo di sé non è fruibile a tutti. E’ più semplice per la maggioranza, parlare, parlare e ancora parlare. Mentre a volte il corpo sa, anche molto più di noi, anche prima, di noi. E il silenzio potrebbe essere la grande star.

Il fatto di usare il mandala, come specchio e riflesso della nostra Verità interiore non sempre è accolto dai più, poiché egli non mente mai, egli si esprime nella sua più profonda sacralità. Ovvero la nostra.

Mi sono sciolta in questa giornata. Ho capito che in me c’ è un cuore che batte. Ho sentito in me una morbida energia che ha voglia di uscire, per dare voce alle mie potenzialità. Ho tante risorse, ho tanto da offrire. Mi trovo in un vortice. E prima o poi questo vulcano il fuoco lo butterà fuori. Un fuoco salvifico che scalderà chi non sente più il suo da qualche tempo.

Muovendo il mio corpo ho ascoltato la sua voce. Mi sussurrava di muovermi ancora. Mi bisbigliava di non smettere la danza che avevo iniziato. Una danza che mi sta permettendo di passeggiare e danzare tra i colori della mia vita. Un nuova vita che sta per iniziare.

Sono state tante le sfumature di oggi. Sono state tante le emozioni percepite e raccolte.

Ho amato molto come Fabio ci faceva da guida su come muovere il corpo. Lo Yoga è un tutt’ uno e io mi sono sentito intera con me stessa e con gli altri partecipanti. Fabio ha una bella voce. Rilassante e ispirante. Ripeteva “Non dovete arrivare da nessuna parte…” E io mi tranquillizzavo… Ansia da prestazione…. la mia…

Ho amato molte come Lizi lasciandoci liberi nella scelta dei materiali da usare per disegnare il nostro mandala, io abbia scelto dei pastelli morbidi. Dentro me volevo toccarli e sfumarli con le dita… Mi sono data il permesso di farlo… E’ venuto un bellissimo mandala… morbido e fluido. Come a dire che dopo lo yoga avevo ancora necessità di sentire il mio corpo in contatto con le mie emozioni. Bellissimo.

Credo che giornate come queste siano benefiche per la mente, per il corpo e per l’ anima. Io ne ho bisogno e sempre di più. Ho bisogno di sentire accanto persone che vivono come me emozioni intense. Che amano imparare e condividere. Che amano confortarsi lealmente e con responsabilità. E’ in questa direzione che voglio andare.

Grazie Fabio, Lizi e Maria (Archetipi Vaganti e compagni di corso del Master Triennale in Counseling Espressivo e Yogadanza. Vi voglio bene!!).

Grazie agli altri partecipanti: Silvia, Daniela, Adriana. Sono stata benissimo con voi. Confrontarsi è stato stimolante.

Per info su Yoga e i Corsi di Fabio clicca QUI

Per info sui laboratori de i mandala di Lizi clicca QUI

Hey! Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...