Portata via da Fabrizio Moro!

Eh sì, sono stata letteralmente portata via da lui, trascinata lontana dai pensieri. Ieri allo Stadio Olimpico. Un concerto fantastico. Un’ atmosfera unica.

Vedere così tanta gente unita, mi ha fatto sentire all’ apice. Mi sono chiesta ma perché non possiamo convivere così, molto più spesso? La musica unisce, Fabrizio Moro ha unito.

Ringrazio la mia amica Stefania, che mi coinvolse qualche mese fa. Mi chiese se volevo venire al concerto con lei ed una sua amica, Francesca. dissi sì. Conosco poche canzoni di Fabrizio, tuttavia volli andare per stare con loro e perché i suoi testi mi prendono sempre.

Sono stata rapita, dalla forza, dalla genuinità delle sue 2 ore e 45 minuti di canzoni ininterrotte. Ho perso la voce, ho stonato, ho ancora male alle corde vocali. Ne è valsa la pena. Da cinestesica quale sono, mi sono ricaricata. Dentro me si rifugia tantissima energia. Sono ancora adrenalinica.

Ultimo, Fiorella Mannoia e Ermal Meta hanno il tutto ancora più sereno. Insomma sono felicissima.

Continua così Fabrizio.

Le lacrime eh sì, si sono sciolte nell’ acqua ieri…

È eterno chi ha scelto di vivere a suo modo.

Ah e comunque, prima di parlare pensate. Che tanto non mi avete fatto niente. Le vostre sono solo parole… Io intanto mi lascio portare via, da flusso della vita! ❤ Io sono in pace!

#moropermoro! 😉 ❤

Noi!

Tu portami via
Dalle ostilità dei giorni che verranno
Dai riflessi del passato perché torneranno
Dai sospiri lunghi per tradire il panico che provoca l’ipocondria
Tu portami via
Dalla convinzione di non essere abbastanza forte
Quando cado contro un mostro più grande di me
Consapevole che a volte basta prendere la vita così com’è

Così com’è
Imprevedibile
Portami via dai momenti
Da questi anni invadenti
Da ogni angolo di tempo dove io non trovo più energia
Amore mio portami via

Tu portami via
Quando torna la paura e non so più reagire
Dai rimorsi degli errori che continuo a fare
Mentre lotto a denti stretti nascondendo l’amarezza dentro a una bugia
Tu portami via
Se c’è un muro troppo alto per vedere il mio domani
E mi trovi lì ai suoi piedi con la testa fra le mani
Se fra tante vie d’uscita mi domando quella giusta chissà dov’è

Chissà dov’è
È imprevedibile
Portami via dai momenti
Da tutto il vuoto che senti
Dove niente potrà farmi più del male ovunque sia
Amore mio portami via

Tu
Tu sai comprendere
Questo silenzio che determina il confine fra i miei dubbi e la realtà
Da qui all’eternità
Tu non ti arrendere
Portami via dai momenti
Da questi anni violenti
Da ogni angolo di tempo dove io non trovo più energia
Amore mio portami via

6 pensieri su “Portata via da Fabrizio Moro!

Hey! Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.