Il Teatro nel teatro a teatro – Un sogno circolare!

Si conclude stasera, un’ altro frammento della mia esperienza. Un assaggio di teatro. Teatro inteso quello agli albori. Come già anticipato in un altro mio post, ho frequentato un laboratorio di 8 incontri, per principianti. Un laboratorio propedeutico insomma. Un laboratorio che ha fatto da introduzione a ciò che è necessario sapere per affrontare poi la parte recitativa, la parte interpretativa.

Ho imparato a relazionarmi meglio con l’ Altro.

Ho imparato ad usare meglio la mia voce.

Ho imparato a guardare meglio, negli occhi, l’ Altro.

Ho imparato a respirare meglio.

Ho imparato ad usare meglio lo spazio intorno a me.

Insomma ho imparato che anche se tutte queste cose sono scontate, in verità non lo sono affatto!

Così, la mia piccola vita oggi è un po’ più piena di strumenti per andare avanti. Anche se i miei schemi a volte tornano, tornano a farmi i dispetti. Io comunque orami ne sono consapevole, per cui so gestirli, li accolgo e conviviamo bene insieme.

Come a dire che il teatro unisce. Il teatro è un po’ come il nuoto, uno sport completo. Ti forma le spalle, il corpo e ti fa crescere.

Questa sera sono andata a vedere, se tutto quello che ci aveva detto a lezione Chiara Casali, fosse vero… Scherzo ovviamente… 😉 Sono andata alla prima de Sogno di una notte di Mezza estate. 

L’ attesa è stata emozionante, anche grazie ad una bimba molto simpatica e chiacchierina che ha allietato la mia attesa. Lei si chiama Angelica e la saluto volentieri, anche da qui! 😉 . Lei ama conoscere, dice, per questo è voluta avvicinarsi a me. per conoscermi…

Dopo un po’, entriamo in sala a luci spente. Ed io inciampo, sul gradino, per poi sedermi, insomma, molto rumore per nulla. Come dire sono timida, non mi piace molto stare al centro dell’ attenzione, e paff, ci pensa la vita a mettermici!

Bellissima la sala, adibita in maniera circolare, come al Globe Theater.

Piano piano i personaggi si fanno avanti…

Mi sono piaciuti moltissimo. Mi sono divertita tanto.

Ho visto , la zattera.

Ho visto gli spazi ben riempiti.

Le voci erano chiare. Percepivo le emozioni.

Ridevo quando mi veniva.

Si percepiva molta frizzantezza. Un’ atmosfera crescente. Grazie al gioco di luce e a quello musicale. La Compagnia era unita.

Mi è piaciuto molto Puck. Agile simpatico, e scherzoso.

Mi è piaciuta l’ interpretazione degli artigiani… Nel non senso assurdo, il senso.  La tragedia fa ammazzare dalle risate… 😉 

E poi va beh, la severità della Prima fata… ci sta…  E’ la mia preferita, chissà perché? ❤

Un’ esperienza davvero formativa questa di Cassiopea. Un’ esperienza che mi porta a dire che il mio non è stato un sogno, ma una illuminante realtà!

Grazie tutti! Grazie davvero!

Sarah

Cassiopea – Accademia d’arte drammatica

Hey! Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...