France’….

Sono emozionatissima, sono commossa. Quanti ricordi riassunti oggi. Quanti davvero. Siamo quasi coetanei France’. Siamo così appassionati di quello che amiamo fare, che oggi le tue parole hanno fatto venir fuori tutte le mie emozioni più profonde.

Anche io spesso piango sola coma una matta.

Anche io quando finisce un periodo della mia vita, ho paura e non so cosa accadrà dopo.

Anche io sono fedele ai miei valori, ai miei principi. E nelle cose che faccio ci metto cuore.

Anche io mi affeziono a luoghi, persone, e cose. E quando ci metti l’ anima si sa, è un dolore la separazione.

Avevi un sogno France’, che hai portato avanti come una missione di vita. Hai fatto cantare i tuoi piedi. Pensa che a volte anche io capivo la tua musica. Anche se di calcio non capisco nulla.

Ricordo ancora il 2001 al Circo Massimo. Che gioia! Tutti lì, uniti. Che festa! Come oggi! Uniti solo per te! Sei forte e lo sei sempre stato. Un vero leader, un leader che ha portato avanti la sua squadra. Che ha saputo prendere in mano le situazioni. Che ha preso iniziativa. E’ normale avere paura ora, France’. Un capitolo si sta chiudendo… Sono certa che un altro si aprirà presto.

E chiudo gli occhi ora, pensando allo Stadio Olimpico. Pieno di persone venute apposta per te. Vorrei che fosse sempre così questa città. Unita, commossa, e calorosa. Oggi sei riuscito ad unire una città France’. Questo fa, un vero leader. Un leader, unisce.

Vai avanti con coraggio, con altruismo e con fantasia! Perché questo tu sei! Lo sento.

Ti voglio bene! ❤

Aspettando Christian… 😉

Ci siamo; purtroppo è arrivato il momento che avrei voluto non arrivasse mai”. Così Francesco Totti saluta l’Olimpico, nel giorno del suo addio. “Da giorni leggo tante cose su di me, tutte bellissime: e ho pianto tutte le volte, sono giorni che piango, da solo..”, ha detto parlando del centro del campo, su una maxi maglia giallorossa col 10 posata sul terreno di gioco. “Lo so, è tardi, volete andare a casa… Ma io starei qui altri 25 anni”. “In questi giorni ho letto tantissime cose su di me. Belle bellissime. Ho pianto sempre, tutti i giorni, da solo, come un matto”, dice Totti salutando il pubblico dell’Olimpico. “Venticinque anni non si dimenticano così, con voi dietro alle spalle che mi avete spinto anche nei momenti difficili, soprattutto in quelli. Per questo voglio ringraziarvi tutti quanti, anche se non è facile”, aggiunge Totti. “Lo sapete che non sono di tante parole, però le penso. E in questi giorni con mia moglie ci siamo messi a tavolino e le ho raccontato un po’ gli anni vissuti con questa maglia, questa unica maglia”. “Scusate se negli ultimi giorni non ho parlato molto, e non ho chiarito il mio pensiero. Mi tolgo la maglia per l’ultima volta e la ripiego per bene: ora si spegne la luce, e ho paura. Consentitemi di avere un pò di paura; ora ho bisogno del vostro aiuto”, ha detto Francesco Totti, leggendo la lettera d’addio al centro del campo dell’Olimpico, che ha risposto ‘noooo’ quando il n.10 ha detto ‘mi tolgo la maglia per l’ultima volta”.

Dimenticavo:

Si sappia che ho vissuto nell’era di #TOTTI

 

Hey! Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...