Lo sapevi che…… anche le formiche fanno la vertcale?

Zeta la formicaNon lo so, mi è venuto in mente oggi mentre durante la pausa pranzo da sola in stanza, mi sono messa a leggere varie cose su internet. Mi piace farlo dopo aver parlato con i colleghi di qua e di là per l’ edificio, sì ogni tanto un giro me lo faccio. Non mi piace stare fissa nello stesso posto, esploro, vado, osservo, chiacchero. E poi sì, lavoro, lavoro come una formica. Metto insieme i pezzi, le molliche, tante piccole briciole per fare il pane. Insomma dicevo, mi sono messa a pensare, a riflettere sulle formiche appunto. Loro che si preparano per l’ invermo rigido e freddo. Loro lavorano, sono organizzate, ognuna di esse conosce il proprio posto. Ognuna di loro ha una mansione ben definita.

Ci ho pensato nella stanza, mentre stavo per riprendere il progetto affidatomi. E ho anche parlato da sola ad alta voce, facendo rimanere meravigliata una collega, non si è troppo preoccupata però, perché lo sa bene che capita a tutti ad una certa età, la nostra… 😉 E poi fa caldo si sa.

Ritorno alle mie formiche ancora per 5 minuti, ci penso e mi viene da ridere, rido da sola perché nella mia mente immagino la loro storia. Cosa si dicono, in quale lingua o dialetto si parlano… Proprio come nei cartoni animati, nella mia testa ho in mente un cortometraggio! Ah la mia mente quante idee macina!!!

Non riesco ad essere seria oggi in ufficio, ci penso e ci ripenso.

Immagino le formiche perché sono stanca, le immagino loro, grandi operaie e lavoratrici, sempre in fila e ben allineate, serie e severe, esigono un lavoro preciso, ben svolto, bando agli errori! E io osa farei? Che parte avrei? Secondo me sarei una formica con la penna tra le aantenne, per scrivere, che dopo aver svolto il suo compito porterebbe le altre a svagarsi, a divertirsi e magari chissà vedi un po’ a fare la verticale!!!

La verticale e che cosa centra? Molti se lo chiederanno. Secondo me ci puo’ stare perché loro fanno un lavoro così organizzato e se guardiamo bene così orizontale che magari per cambiare un po’ la monotonia delle cose, potrebbero mettersi a fare la verticale! O no? Non lo so, te l’ ho detto, il mio cervello, macina, elabora e io lo lascio andare.

“Loro vanno in fila indiana.

Ed io le guardo incuriosita.

Chiedendo a te, ma questa è vita?

Loro vanno ed è normale.

Un coro riecheggia: “La verticale!”

Se questa è vita da formica, allora la mia la improvviso.

Diventando Cosa? Un’ artigiana!”

 

 

 

 

Hey! Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.