Ascolto Attivo – Emozioni in pillole!

ascolto-conchigliaEd eccoci qua ad un altro aperitivo organizzato dallo Scaiforfit al Fermento di Via Cicerone.  Sara e Fabiana, sempre lì pronte ad accoglierci, a sorriderci e ad introdurci al nuovo tema di questa sera, l’ ascolto attivo!

Ma Sara, come sempre e già dalla prima volta, si ricorda che io ho difficoltà ad esprimermi in pubblico e mi fa ripetere in pillole il corso svolto ad ottobre sulla PNL. Io cerco di frugare nella mia mente, le cose le so, avevo immagazzinato e scritto tutto. Ma la mia spiegazione è un po’ confusa, allora subentra lei. Mi sento un po’ mortificata. Tra l’ imbarazzo ed il sorriso sono dispiaciuta. Ma questo vuol dire che dovrò lavorarci su, per evitare quelle maledette brutte figure! Anche se qualcuno mi ha detto che almeno io mi metto in gioco, ci provo anche se non va bene, ma va bene per il semplice fatto di essermi buttata. In effetti il rovescio della medaglia è questa, io ci provo come Edison, tanti tentativi falliti, ma poi uno andrà bene e vorrà dire che dovrò spostare l’ attenzione su altre sfaccettature da rinforzare. In fondo è come nello sport, ti alleni per tante ore al giorno per dare il massimo una volta! Sì ce la farò!

In fondo penso io, abbiamo altri 6 incontri, e a giugno chissà avrò completato il ciclo. Che discorso in pubblico che terrò 😉

L’ ascolto attivo il tema di questa sera! Sara ci fa fare un esercizio. Si formano delle coppie ed ad alternanza dobbiamo parlarci ma dobbiamo fare in modo di non ascoltarci, di dare fastidio, di disturbare l’ altro. A me questo esercizio so già cosa causerà: rabbia, tristezza ed umiliazione. Non essere ascoltata fa male. Io inizio a parlare e noto anche che Patricia, non riesce fa fatica a non ascoltarmi, mi ascolta ….Ed io non dovrei ma rido, rido dal nervosismo, so che è un esercizio ma a me da fastidio. Non essere ascoltata ripeto, fa male! Tocca a me non ascoltare Patricia, io gioco so che stiamo facendo un esercizio e cerco di non ascoltarla, chiedo a Sara una bruschetta lei mi regge il gioco, ma è dura, io so cosa mi dice Patricia, perché io l’ ascolto. Le persone dicono che sono una buona ascoltatrice, ma dopo il corso di Sara, molte sono le cose da migliorare per diventare un’ ottima ascoltatrice!

Bisogna ascoltare in modo empatico, lasciare i nostri giudizi ed opinioni da parte, liberarci dai nostri disagi e malesseri, per entrare a 360 gradi in contatto con gli altri. L’ obiettivo dal momento che è l’ ascolto, niente altro ha importanza. Una bocca due orecchie, dice Sara, ci sarà una ragione. Sì c’ è, e sorrido!

Si mescolano le emozioni in me, ma sto bene. Nonostante io,  alcune nozioni le conosca, fa sempre bene, riascoltarle da qualcun altro. E poi l’ atmosfera, mi piace, mi viene da ridere guardando gli altri Marco, Alice, Alessandro …. Ironizzano e scherzano, e va bene così. Si impara meglio! Poi tra un bellini ed uno Sprizz è tutto più euforico!

Will Hunting, ci accompagna, il monologo di Robin Williams. Mai dare la vita di un altro per scontato solo perché si sono letti dei libri, o si è visto un quadro. Ognuno ha una storia, dedichiamoci all’ altro prendiamoci del tempo per ascoltarlo. Per ascoltarlo attivamente, osservando e poi chissà che ne sappiamo, potremmo sentire l’ odore della Cappella Sistina!

Grazie Sara, Fabiana e ScaiforFit! 19h30 – 22h00  – Fermento 19112013

Sarah

Hey! Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...