Time Out

time-outQuando ho un periodo difficile, ma anche quando ne passo uno molto bello, mi piace ritirarmi e pensare a me stessa. Diciamo che è una forma di rispetto nei miei confronti perché, ritengo che aver cura di me sia fondamentale per ripartire. Soprattutto se noto freddezza e distacco da chi non avrei mai osato immaginare. Ma è la vita. La vita ogni tanto ti presenta il conto. E tu devi pagare l’ importo. Perché ogni cosa ha un prezzo. Io lo sapevo anzi lo so.

Ed è da qui che finirà il 2014 ed inizierà il 2015: dal nuovo. Dal lasciare andare cose e persone che non hanno capito, che non mi hanno capita. Magari mi sono spiegata male certo, ma il viso parla più di 1000 parole. Lascerò andare persone che, hanno spesso giudicato dalla superficie, dall’ apparenza, senza scavare  in profondità. Il 2015 sarà dunque l’ anno della svolta. L’ ho chiamato così perché ci credo veramente.

Lo stile di vita tra le altre cose sarà rinnovato. Sarà rinnovato all’ insegna della cura di sé, della cura di me. Pensare troppo agli altri se non richiesto, fa male, diventa un peso, logora. Vedere un ritorno di indifferenza, lacera. Forse perché io non riesco ad essere così. La mia presenza a volte ingombrante c’ è, ci vuole essere. Il perché è scritto tra le pagine del libro della mia vita. Io voglio esserci anche se a volte mi respingi. Ma volere e potere non sempre coincidono e allora mi chiedo io voglio, io posso, ma l’ altro vuole e può sopportare il peso della mia presenza invadente? No, forse no. Meglio di no. Così, lascio andare le persone. Quelle stesse persone che hano fatto parte della mia vita per un periodo. Che hanno avuto una ragione d’essere in quel periodo, e oggi forse non più. Le persone si incontrano per un motivo. E quando il motivo è terminato bisogna separarsi è questa la ragione dell’ Esperienza di vita. Consapevolizzo oggi questo. Meglio tardi che mai!

Aiutare, fare, innervosirsi, non facilita la vita a nessuno. E spesso è il fisico a chiederti di smettere. E’ il fisico il tuo campanello d’ allarme. Come il gong in un ring, ti trovi a dire:

Time out, questo è l’ ultimo gancio che tiro, poi basta!

Ecco è giunto il momento di dire basta. Vivere significa lasciare andare. Lasciare andare come il fiume che scorre per raggiungere il mare. Ragiungere il mare per rinascere e rinnovarsi.

Lo stile di vita è fondamentale, prendersi cura di sé è vitale!

Rocky

Hey! Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.